Dayigram

See profiles, locations or medias instantly.

Lottiamo con Greta e gli studenti di tutto il mondo per salvare il nostro pianeta 🌎 Seguiteci anche su Facebook 👇

Highlights

@fridaysforfuturefirenze 's posts

22° Friday For Future a Firenze 🌍La crisi climatica non va in vacanza, quindi anche #fridaysforfuture non si ferma 💪
78 likes 0

22° Friday For Future a Firenze 🌍 La crisi climatica non va in vacanza, quindi anche #fridaysforfuture non si ferma 💪

5 hours ago
1/6
177 likes 0

+++BREAKING NEWS, SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI+++ - Decine di strikers di #FridaysForFuture si sono incatenati di fronte alle sedi di Unicredit e Intesa San Paolo a Torino e Castellammare del Golfo, mentre a Milano gli attivisti stanno inscenando una finta esecuzione collettiva in segno di protesta. - Gesti simili si stanno susseguendo senza sosta in tutta Italia, con centinaia di ragazzi che chiedono alle principali banche del nostro paese di non finanziare ancora l'industria del fossile. Roma, Pisa, Brescia, Sassari, Forlì, Sassuolo, Palermo, Pordenone sono solo alcune delle città coinvolte. Negli ultimi 4 anni 33 banche hanno investito oltre 1700 miliardi di euro nel mercato del fossile. Sappiamo benissimo chi sono i ladri del nostro futuro e chi i loro complici, e non gli permetteremo di continuare ad estrarre gas, petrolio e carbone, alterando il clima globale e mettendo in pericoli enormi porzioni dell'umanità. Agiremo pacificamente. Agiremo in nome del nostro futuro e di quello delle prossime generazioni. Questo è solo l'inizio. #fridaysforfuture #fridaysforfutureitalia #climatestrike #climatechange #climatemarch #gretathunberg #emergenzaclimatica #nature #noplanetb #schoolstrike #societychange

11 hours ago
Le nostre cannucce sono differenti 🌍 ❌NO PLASTICA MONOUSO❌ #bastaplastica #plasticfreejuly
79 likes 2

Le nostre cannucce sono differenti 🌍 ❌NO PLASTICA MONOUSO❌ #bastaplastica #plasticfreejuly

14 hours ago
🌍 Scioglimento dei ghiacciai non significa solo meno spazio per i pinguini, ma anche e soprattutto innalzamento dei mari. 🌊Se le previsioni più pessimistiche si avverassero, entro qualche decennio potremmo dire addio a città come Venezia, e entro fine secolo a buona parte delle zone costiere.Nello scenario più ottimista, il livello degli oceani potrebbe alzarsi entro fine secolo di 0.5-1.2 metri, mettendo a rischio 33 città italiane.Ma ci sono ipotesi molto peggiori, dovute a eventuali feedback positivi.Ad esempio, una volta diminuita l'estensione dei ghiacci, tutta la radiazione solare che veniva riflessa al 95%, verrà invece assorbita in misura molto maggiore dalla terra e dagli oceani.Se si dovesse fondere buona parte del ghiaccio della Groenlandia, potremmo tranquillamente arrivare a 5, 6 o 7 metri di aumento.Infatti il ghiaccio della Groenlandia si trova al di sopra di terre emerse - non come il Polo Nord, i cui ghiacci si trovano già nell'Oceano.Significa che, fondendo, scivolerebbe negli oceani e contribuirebbe ad aumentarne il livello in una maniera in cui non riusciamo nemmeno a calcolarne gli effetti sulla società umana.Allora, chi ha vinto la #faceappchallenge? 😍Crediti: Climate Change is Real
544 likes 3

🌍 Scioglimento dei ghiacciai non significa solo meno spazio per i pinguini, ma anche e soprattutto innalzamento dei mari. 🌊Se le previsioni più pessimistiche si avverassero, entro qualche decennio potremmo dire addio a città come Venezia, e entro fine secolo a buona parte delle zone costiere. Nello scenario più ottimista, il livello degli oceani potrebbe alzarsi entro fine secolo di 0.5-1.2 metri, mettendo a rischio 33 città italiane. Ma ci sono ipotesi molto peggiori, dovute a eventuali feedback positivi. Ad esempio, una volta diminuita l'estensione dei ghiacci, tutta la radiazione solare che veniva riflessa al 95%, verrà invece assorbita in misura molto maggiore dalla terra e dagli oceani. Se si dovesse fondere buona parte del ghiaccio della Groenlandia, potremmo tranquillamente arrivare a 5, 6 o 7 metri di aumento. Infatti il ghiaccio della Groenlandia si trova al di sopra di terre emerse - non come il Polo Nord, i cui ghiacci si trovano già nell'Oceano. Significa che, fondendo, scivolerebbe negli oceani e contribuirebbe ad aumentarne il livello in una maniera in cui non riusciamo nemmeno a calcolarne gli effetti sulla società umana. Allora, chi ha vinto la #faceappchallenge? 😍 Crediti: Climate Change is Real

2 days ago
just now
Di quali materiali sono fatti i nostri vestiti?Qual è il reale costo dei capi che indossiamo? Qual è l'impatto ambientale della fast fashion? Dal cercare risposte a queste domande nasce il progetto FABRIC VICTIM - Sfilata e Apericena di autofinanziamento.Il fine é il confronto, la discussione e l'approfondimento di un tema troppo spesso trascurato, guidati da un' esperta del settore, Gel Egger, ricercatrice nel campo di nuovi materiali per una moda eco-sostenibile. Dalle h.19 siete invitati alla PALAZZINA INDIANO ARTE, un delizioso spazio alla fine del Parco delle Cascine dove potrete consumare un'apericena immersi nel verde tra musica e sorrisi. Dalle h.21 avrà inizio la sfilata nella quale cercheremo di riflettere insieme sul mondo che si cela dietro i nostri più comuni vestiti confrontandoli con capi unici di origine totalmente organica. Vi aspettiamo numerosi 💚
40 likes 0

Di quali materiali sono fatti i nostri vestiti? Qual è il reale costo dei capi che indossiamo?  Qual è l'impatto ambientale della fast fashion? Dal cercare risposte a queste domande nasce il progetto FABRIC VICTIM - Sfilata e Apericena di autofinanziamento. Il fine é il confronto, la discussione e l'approfondimento di un tema troppo spesso trascurato, guidati da un' esperta del settore, Gel Egger, ricercatrice nel campo di nuovi materiali per una moda eco-sostenibile. Dalle h.19 siete invitati alla PALAZZINA INDIANO ARTE, un delizioso spazio alla fine del Parco delle Cascine dove potrete consumare un'apericena immersi nel verde tra musica e sorrisi. Dalle h.21 avrà inizio la sfilata nella quale cercheremo di riflettere insieme sul mondo che si cela dietro i nostri più comuni vestiti confrontandoli con capi unici di origine totalmente organica. Vi aspettiamo numerosi 💚

3 days ago
La scultura di un Postumano che respira dall'ultimo albero nella terra. "Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, l'ultimo animale libero ucciso. Vi accorgerete... che non si può mangiare il denaro." Sculpture by Vladimir De Thézie
224 likes 0

La scultura di un Postumano che respira dall'ultimo albero nella terra. "Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, l'ultimo animale libero ucciso. Vi accorgerete... che non si può mangiare il denaro." Sculpture by Vladimir De Thézie

5 days ago
just now
Di quali materiali sono fatti i nostri vestiti?Qual è il reale costo dei capi che indossiamo? Qual è l'impatto ambientale della fast fashion? Dal cercare risposte a queste domande nasce il progetto FABRIC VICTIM - Sfilata e Apericena di autofinanziamento.Il fine é il confronto, la discussione e l'approfondimento di un tema troppo spesso trascurato, guidati da un' esperta del settore, Gel Ceccarelli, non solo stilista per i brand più rinomati ma anche ricercatrice nel campo di nuovi materiali e tecniche per una moda eco-sostenibile. Dalle h.19 siete invitati alla PALAZZINA INDIANO ARTE, un delizioso spazio alla fine del Parco delle Cascine dove potrete consumare un'apericena immersi nel verde tra musica e sorrisi. Dalle h.21 avrà inizio la sfilata nella quale cercheremo di riflettere insieme sul mondo che si cela dietro i nostri più comuni vestiti confrontandoli con capi unici di origine totalmente organica.Vi invitamo a confermarci la presenza, vostra, di amici e parenti scrivendo alla mail artistsforfuture01@gmail.com specificando il proprio nome e il numero di persone con cui verrete. Entro martedì 16 vorremo avere un numero il più preciso possibile per organizzare l'aperitivo.Una parte del ricavato sarà interamente utilizzato per finanziare il prossimo #scioperoglobaleperilclima fissato il 27 Settembre 2019.Vi aspettiamo numerosi!
48 likes 0

Di quali materiali sono fatti i nostri vestiti? Qual è il reale costo dei capi che indossiamo? Qual è l'impatto ambientale della fast fashion? Dal cercare risposte a queste domande nasce il progetto FABRIC VICTIM - Sfilata e Apericena di autofinanziamento. Il fine é il confronto, la discussione e l'approfondimento di un tema troppo spesso trascurato, guidati da un' esperta del settore, Gel Ceccarelli, non solo stilista per i brand più rinomati ma anche ricercatrice nel campo di nuovi materiali e tecniche per una moda eco-sostenibile. Dalle h.19 siete invitati alla PALAZZINA INDIANO ARTE, un delizioso spazio alla fine del Parco delle Cascine dove potrete consumare un'apericena immersi nel verde tra musica e sorrisi. Dalle h.21 avrà inizio la sfilata nella quale cercheremo di riflettere insieme sul mondo che si cela dietro i nostri più comuni vestiti confrontandoli con capi unici di origine totalmente organica. Vi invitamo a confermarci la presenza, vostra, di amici e parenti scrivendo alla mail artistsforfuture01@gmail.com specificando il proprio nome e il numero di persone con cui verrete. Entro martedì 16 vorremo avere un numero il più preciso possibile per organizzare l'aperitivo. Una parte del ricavato sarà interamente utilizzato per finanziare il prossimo #scioperoglobaleperilclima fissato il 27 Settembre 2019. Vi aspettiamo numerosi!

6 days ago
Ieri per il 21° #fridaysforfuture a Firenze siamo stati all'Esselunga di via di Novoli e alla Coop di via Forlanini. Come settimana scorsa, abbiamo provato ad utilizzare un nostro contenitore di vetro pulito portato da casa alla gastronomia.  In entrambi i supermercati ci hanno detto che non è  possibile a causa dell'HACCP. Abbiamo quindi preso i contatti delle dirigenze dell'Esselunga e della Coop per provare a collaborare per cambiare la normativa attuale e rendere possibile l'uso dei contenitori portati da casa (come viene fatto in Francia, Belgio e Spagna) oppure, nel caso in cui questo non fosse possibile, per trovare soluzioni alternative alla plastica monouso che siano meno dannose per il nostro pianeta e tutti gli esseri viventi che lo abitano (noi compresi). Nel frattempo vi invitiamo a provare anche voi ad andare in supermercati e negozi alimentari con i vostri contenitori. Non vi serviranno nei contenitori portati da casa, ma riuscirete a far riflettere sempre più persone sui problemi causati dalla plastica monouso e probabilmente soluzioni alternative arriveranno più velocemente.Dobbiamo cambiare sistema, ma anche la nostra mentalità.
159 likes 1

Ieri per il 21° #fridaysforfuture a Firenze siamo stati all'Esselunga di via di Novoli e alla Coop di via Forlanini. Come settimana scorsa, abbiamo provato ad utilizzare un nostro contenitore di vetro pulito portato da casa alla gastronomia. In entrambi i supermercati ci hanno detto che non è possibile a causa dell'HACCP. Abbiamo quindi preso i contatti delle dirigenze dell'Esselunga e della Coop per provare a collaborare per cambiare la normativa attuale e rendere possibile l'uso dei contenitori portati da casa (come viene fatto in Francia, Belgio e Spagna) oppure, nel caso in cui questo non fosse possibile, per trovare soluzioni alternative alla plastica monouso che siano meno dannose per il nostro pianeta e tutti gli esseri viventi che lo abitano (noi compresi). Nel frattempo vi invitiamo a provare anche voi ad andare in supermercati e negozi alimentari con i vostri contenitori. Non vi serviranno nei contenitori portati da casa, ma riuscirete a far riflettere sempre più persone sui problemi causati dalla plastica monouso e probabilmente soluzioni alternative arriveranno più velocemente. Dobbiamo cambiare sistema, ma anche la nostra mentalità.

6 days ago
A Taranto una tromba d'aria ha scaraventato una gru ArcelorMittal (#exIlva) in mare insieme ad un operaio di soli 40 anni che, purtroppo, risulta ancora disperso.Ma non è tutto. Nel giro degli ultimi 10 giorni abbiamo assistito a: ⚠️ due trombe d’aria in provincia di Brindisi, Foggia e Bari ⚠️ alluvione a San Giovanni Rotondo. ⚠️ nubifragio a Manfredonia e Mattinata (Foggia). ⚠️ A Pescara, una grandinata con chicchi da 15 cm di diametro ⚠️ Centinaia di alberi sradicati a Milano Marittima, in Romagna. +2 milioni di euro di danni. ⚠️ Le spiagge di Numana e Sirolo (Ancona) devastate da venti a 100 km/h ⚠️ Allarme incendi in Sicilia, ieri notte evacuate 750 persone durante la notte ⚠️ A Torino, 2 settimane fa, una grandine che impediva la circolazione delle auto. ⚠️ In Grecia, un tornado e la grandine hanno ucciso 6 (sei) persone lì in vacanza, e ferito altre 30.Non è che questo non sia mai esistito.Ma tutto questo non è mai stato così frequente. Così intenso. Così diffuso.La Coldiretti dice che nelle nostre regioni "si è verificata un'apocalisse". L'emergenza climatica che chiediamo di dichiarare non avverrà in chissà quale futuro, chissà in quale nazione.L'emergenza climatica è qui e ora.È nelle città dove viviamo.Nelle spiagge dove andiamo al mare.Nelle industrie in cui lavoriamo. Eppure, tanti governi continuano a fregarsene.Addirittura alcuni negano che questo problema esiste.Eppure questa emergenza riguarda la salute e sicurezza dei propri cittadini. Riguarda gli interessi anche economici delle proprie aziende, tra cui il Made in Italy di cui andiamo tanto fieri.Ma tanto sono eventi isolati, no? I cambiamenti climatici manco esistono.#fridaysforfuture#fridaysforfutureitalia#climatestrike #climatechange #climatemarch #gretathunberg #emergenzaclimatica #nature #noplanetb #schoolstrike #societychange
186 likes 0

A Taranto una tromba d'aria ha scaraventato una gru ArcelorMittal (#exIlva) in mare insieme ad un operaio di soli 40 anni che, purtroppo, risulta ancora disperso. Ma non è tutto. Nel giro degli ultimi 10 giorni abbiamo assistito a: ⚠️ due trombe d’aria in provincia di Brindisi, Foggia e Bari ⚠️ alluvione a San Giovanni Rotondo. ⚠️ nubifragio a Manfredonia e Mattinata (Foggia). ⚠️ A Pescara, una grandinata con chicchi da 15 cm di diametro ⚠️ Centinaia di alberi sradicati a Milano Marittima, in Romagna. +2 milioni di euro di danni. ⚠️ Le spiagge di Numana e Sirolo (Ancona) devastate da venti a 100 km/h ⚠️ Allarme incendi in Sicilia, ieri notte evacuate 750 persone durante la notte ⚠️ A Torino, 2 settimane fa, una grandine che impediva la circolazione delle auto. ⚠️ In Grecia, un tornado e la grandine hanno ucciso 6 (sei) persone lì in vacanza, e ferito altre 30. Non è che questo non sia mai esistito. Ma tutto questo non è mai stato così frequente. Così intenso. Così diffuso. La Coldiretti dice che nelle nostre regioni "si è verificata un'apocalisse". L'emergenza climatica che chiediamo di dichiarare non avverrà in chissà quale futuro, chissà in quale nazione. L'emergenza climatica è qui e ora. È nelle città dove viviamo. Nelle spiagge dove andiamo al mare. Nelle industrie in cui lavoriamo. Eppure, tanti governi continuano a fregarsene. Addirittura alcuni negano che questo problema esiste. Eppure questa emergenza riguarda la salute e sicurezza dei propri cittadini. Riguarda gli interessi anche economici delle proprie aziende, tra cui il Made in Italy di cui andiamo tanto fieri. Ma tanto sono eventi isolati, no? I cambiamenti climatici manco esistono. #fridaysforfuture #fridaysforfutureitalia #climatestrike #climatechange #climatemarch #gretathunberg #emergenzaclimatica #nature #noplanetb #schoolstrike #societychange

1 weeks ago
Grazie a tutte e tutti per essere stati con noi alla nostra cena di autofinanziamento e grazie alla Casa del Popolo di Settignano per averci ospitati 💚E' stato bello cucinare per voi e con il vostro contributo ci daremo da fare per organizzare al meglio il terzo sciopero globale per il clima del 27 settembre 💪Per la cena di ieri abbiamo cercato di tenere il più basso possibile il nostro impatto ambientale: abbiamo acquistato prodotti locali e di stagione evitando l'acquisto di frutta e verdura imballate nella plastica, i piatti che abbiamo cucinato erano vegetariani e in alcuni casi anche vegani e non abbiamo usato stoviglie monouso.E' stata una bellissima occasione per festeggiare insieme i successi di Fridays For Future Firenze, che nel giro di pochi mesi è cresciuto rapidamente portando in piazza tantissime persone per gli scioperi globali del 15 marzo e del 24 maggio. Ma abbiamo ancora tanto da fare per ottenere i cambiamenti necessari a contrastare la crisi climatica. Vi invitiamo quindi a continuare a supportarci partecipando attivamente alle nostre iniziative e assemblee. Abbiamo bisogno del contributo di ognuno di voi.I cambiamenti climatici sono un problema di tutti e per contrastarli è fondamentale unire le forze 🌍💚
153 likes 0

Grazie a tutte e tutti per essere stati con noi alla nostra cena di autofinanziamento e grazie alla Casa del Popolo di Settignano per averci ospitati 💚 E' stato bello cucinare per voi e con il vostro contributo ci daremo da fare per organizzare al meglio il terzo sciopero globale per il clima del 27 settembre 💪 Per la cena di ieri abbiamo cercato di tenere il più basso possibile il nostro impatto ambientale: abbiamo acquistato prodotti locali e di stagione evitando l'acquisto di frutta e verdura imballate nella plastica, i piatti che abbiamo cucinato erano vegetariani e in alcuni casi anche vegani e non abbiamo usato stoviglie monouso. E' stata una bellissima occasione per festeggiare insieme i successi di Fridays For Future Firenze, che nel giro di pochi mesi è cresciuto rapidamente portando in piazza tantissime persone per gli scioperi globali del 15 marzo e del 24 maggio. Ma abbiamo ancora tanto da fare per ottenere i cambiamenti necessari a contrastare la crisi climatica. Vi invitiamo quindi a continuare a supportarci partecipando attivamente alle nostre iniziative e assemblee. Abbiamo bisogno del contributo di ognuno di voi. I cambiamenti climatici sono un problema di tutti e per contrastarli è fondamentale unire le forze 🌍💚

1 weeks ago
Oggi alle 17.30 ci troviamo davanti all'Esselunga di via di Novoli per dire no alla plastica mono-uso ❗
102 likes 0

Oggi alle 17.30 ci troviamo davanti all'Esselunga di via di Novoli per dire no alla plastica mono-uso ❗

1 weeks ago
just now
Da sempre sappiamo che ognuno di noi deve fare la sua parte: le piccole buone pratiche, ecc, ecc. Ma è da quasi altrettanto tempo che ci insidia un certo senso di impresa illusoria, se non addirittura di futilità, dovuto proprio a questa prospettiva. Ascoltate, allora, il punto di vista di chi da anni lotta nel movimento per la salvaguardia dell'ambiente - che forse aiuta a scrollarsi l'uno e l'altro falso peso. Mary Annaïse Heglar è saggista di tematiche di giustizia climatica e dirige le pubblicazioni del Natural Resources Defense Council di New York. La trovate su Twitter (https://twitter.com/MaryHeglar) e Medium (https://medium.com/@maryheglar). Articolo per gentile concessione dell'autrice; traduzione a cura di FFF Italia; illustrazione per gentile concessione di mvp.ist
196 likes 0

Da sempre sappiamo che ognuno di noi deve fare la sua parte: le piccole buone pratiche, ecc, ecc. Ma è da quasi altrettanto tempo che ci insidia un certo senso di impresa illusoria, se non addirittura di futilità, dovuto proprio a questa prospettiva. Ascoltate, allora, il punto di vista di chi da anni lotta nel movimento per la salvaguardia dell'ambiente - che forse aiuta a scrollarsi l'uno e l'altro falso peso. Mary Annaïse Heglar è saggista di tematiche di giustizia climatica e dirige le pubblicazioni del Natural Resources Defense Council di New York. La trovate su Twitter (https://twitter.com/MaryHeglar) e Medium (https://medium.com/@maryheglar). Articolo per gentile concessione dell'autrice; traduzione a cura di FFF Italia; illustrazione per gentile concessione di mvp.ist

2 weeks ago
🔴 SIAMO IN PERICOLO!!Il collasso climatico mette in rischio la nostra vita sulla terra così come la conosciamo, la vita delle prossime generazioni e quella di tutte le altre specie animali.Non è la terra ad essere messa in pericolo ma lo siamo noi: è il nostro diritto naturale alla vita e a un futuro che ci sta venendo negato. Non agire subito sarebbe un suicidio.
283 likes 0

🔴 SIAMO IN PERICOLO!! Il collasso climatico mette in rischio la nostra vita sulla terra così come la conosciamo, la vita delle prossime generazioni e quella di tutte le altre specie animali. Non è la terra ad essere messa in pericolo ma lo siamo noi: è il nostro diritto naturale alla vita e a un futuro che ci sta venendo negato. Non agire subito sarebbe un suicidio.

2 weeks ago
just now
Vi aspettiamo giovedì 11 Luglio alle ore 20:00 alla Casa del Popolo di Settignano per una cena sostenibile per finanziare il terzo sciopero globale per il clima del 27 settembre.MENÙAntipasto: Bruschetta con il pomodoro (vegano)Primo: Parmigiana di melanzane (vegetariano) con variante vegana. Contorno: Insalata Greca con ingredienti locali (vegano) Secondo:falafel di lenticchie e salse (vegano e vegetariano)Dolce: crostata alla crema con frutta fresca di stagione (vegetariano) con variante vegana. No plastica. Costo 10 euro. Vino, acqua naturale a cura del bar. Per sapere quanto cibo preparare ed evitare sprechi (e stomaci vuoti) vi invitiamo a prenotare scrivendo alla mail fridaysforfuturefirenze@gmail.com o chiamando al numero 3317878254 (Laura).
128 likes 0

Vi aspettiamo giovedì 11 Luglio alle ore 20:00 alla Casa del Popolo di Settignano per una cena sostenibile per finanziare il terzo sciopero globale per il clima del 27 settembre. MENÙ Antipasto: Bruschetta con il pomodoro (vegano) Primo: Parmigiana di melanzane (vegetariano) con variante vegana. Contorno: Insalata Greca con ingredienti locali (vegano) Secondo:falafel di lenticchie e salse (vegano e vegetariano) Dolce: crostata alla crema con frutta fresca di stagione (vegetariano) con variante vegana. No plastica. Costo 10 euro. Vino, acqua naturale a cura del bar. Per sapere quanto cibo preparare ed evitare sprechi (e stomaci vuoti) vi invitiamo a prenotare scrivendo alla mail fridaysforfuturefirenze@gmail.com o chiamando al numero 3317878254 (Laura).

2 weeks ago
1/2
346 likes 4

Questo venerdì siamo stati alla Coop di Piazza Leopoldo ed abbiamo chiesto al banco della gastronomia della ricotta in un contenitore di vetro pulito portato da casa. Inizialmente ci è stato detto che non era possibile a causa di alcune norme igieniche. Chiedendo quale norma lo impedisse ci è stato detto che è dovuto a delle procedure interne. La situazione non è chiara e intanto ogni giorno tantissime persone comprano prodotti freschi avvolti in plastica mono-uso. Settimana prossima proveremo a chiedere la stessa cosa all'Esselunga di via di Novoli. Nel frattempo scriveremo una lettera alla Coop chiedendo di dare la possibilità di utilizzare il proprio contenitore riutilizzabile garantendo il rispetto delle norme igieniche, come fatto nei Carrefour di Francia e Belgio. Abbiamo poco tempo e dobbiamo cambiare completamente sistema, perché non abbiamo un pianeta B 🌍 #fridaysforfuture #plasticfreejuly

2 weeks ago
"Il caldo record colpisce anche le cime più alte delle Alpi, dove si registrano temperature superiori alla media da diversi giorni.Temperature così elevate mettono in serio pericolo un ambiente fragile e sensibile come quello montano.Il caldo record di questi giorni ha avuto ripercussioni anche in altre aree alpine: a causa delle temperature eccessivamente alte, la neve sul Monte Bianco si è sciolta velocemente e in grande quantità, formando un lago effimero." #climatechange #climateemergency #FridaysForFuture #emergenzaclimatica
209 likes 0

"Il caldo record colpisce anche le cime più alte delle Alpi, dove si registrano temperature superiori alla media da diversi giorni. Temperature così elevate mettono in serio pericolo un ambiente fragile e sensibile come quello montano. Il caldo record di questi giorni ha avuto ripercussioni anche in altre aree alpine: a causa delle temperature eccessivamente alte, la neve sul Monte Bianco si è sciolta velocemente e in grande quantità, formando un lago effimero." #climatechange #climateemergency #FridaysForFuture #emergenzaclimatica

3 weeks ago
5 bilioni di buste ogni anno. 25 milioni di tonnellate di rifiuti ogni mese. Un milione di bottiglie ogni giorno. I numeri relativi a produzione e consumo di plastica sono impressionanti. Ancor di più se si pensa che oltre la metà di tutta la plastica prodotta sul pianeta è progettata per essere usata una sola volta, e poi gettata via. Solo in Europa vengono prodotte 50 milioni di tonnellate di plastica ogni anno. Il 97% viene prodotta da materia vergine ricavata da combustibili fossili. E la produzione di plastica da fonti fossili consuma decisamente più energia rispetto alla plastica riciclata. E questo significa elevate quantità di CO2 emesse in atmosfera.In Francia e in Belgio, per ridurre l'uso di imballaggi e ridurre la produzione di rifiuti, si può andare al supermercato con il proprio contenitore riutilizzabile (scatole di plastica, di vetro, barattoli o buste richiudibili) in cui far mettere i prodotti venduti nei banchi del fresco come gastronomia, pasticceria, macelleria e pescheria. E in Italia? Questo si può fare? Proviamo insieme! A partire da questo venerdì, per alcune settimane ci recheremo in vari supermercati e chiederemo di far mettere i prodotti dei banchi del fresco in dei contenitori portati da casa per evitare imballaggi inutili. Venerdì 5 luglio alle 18 ci troveremo davanti alla Coop di Piazza Leopoldo.#bastaplastica #FridaysForFuture #retezerowaste #plasticfreejuly
204 likes 6

5 bilioni di buste ogni anno. 25 milioni di tonnellate di rifiuti ogni mese. Un milione di bottiglie ogni giorno. I numeri relativi a produzione e consumo di plastica sono impressionanti. Ancor di più se si pensa che oltre la metà di tutta la plastica prodotta sul pianeta è progettata per essere usata una sola volta, e poi gettata via. Solo in Europa vengono prodotte 50 milioni di tonnellate di plastica ogni anno. Il 97% viene prodotta da materia vergine ricavata da combustibili fossili. E la produzione di plastica da fonti fossili consuma decisamente più energia rispetto alla plastica riciclata. E questo significa elevate quantità di CO2 emesse in atmosfera. In Francia e in Belgio, per ridurre l'uso di imballaggi e ridurre la produzione di rifiuti, si può andare al supermercato con il proprio contenitore riutilizzabile (scatole di plastica, di vetro, barattoli o buste richiudibili) in cui far mettere i prodotti venduti nei banchi del fresco come gastronomia, pasticceria, macelleria e pescheria. E in Italia? Questo si può fare? Proviamo insieme! A partire da questo venerdì, per alcune settimane ci recheremo in vari supermercati e chiederemo di far mettere i prodotti dei banchi del fresco in dei contenitori portati da casa per evitare imballaggi inutili. Venerdì 5 luglio alle 18 ci troveremo davanti alla Coop di Piazza Leopoldo. #bastaplastica #FridaysForFuture #retezerowaste #plasticfreejuly

3 weeks ago
Made with and